UN OLIO DA RE: LE PROPRIETA’ DELLA MIRRA

UN OLIO DA RE: LE PROPRIETA’ DELLA MIRRA

Conosciamo tutti quanti la mirra come uno dei doni portati dai Re Magi al Bambinello appena nato. È anche vero, però, che pochi sanno di preciso cosa sia e a cosa serve, quali siano le sue proprietà ed i suoi utilizzi.
Andiamo a conoscerli insieme.

L’olio essenziale di mirra deriva sostanzialmente dalla resina della pianta che si presenta in grani simili a cristalli di zucchero. L’olio viene ottenuto tramite distillazione in corrente di vapore.
Ha proprietà antisettiche, armonizzanti, cicatrizzanti ed espettoranti.

Si può utilizzare in diversi modi:

  • in diffusione: attraverso l’uso aromatico si possono curare i sintomi di disturbi ai bronchi, della tosse, della congestione nasale. Aiuta inoltre a migliorare la qualità del sonno se i disturbi sono legati a stati d’ansia e a blocchi emotivi non superati.
  • sulla pelle: aggiunto ad un olio vettore ed applicato sulla pelle, ne migliora l’aspetto grazie alle proprietà anti-aging e rigeneranti. In caso di ferite aiuta a velocizzare la cicatrizzazione e a rinnovare la pelle danneggiata. La sua caratteristica antistress, poi, permette di alleviare i disturbi causati da una tiroide che non funziona bene. È sufficiente massaggiarne un paio di gocce in corrispondenza della ghiandola per trarne benefici sin dalle prime applicazioni.
  • compressa calda: qualche goccia su un panno caldo da applicare poi su zone del corpo che presentano infiammazioni. La mirra infatti è antibatterica, anti infiammatoria ed antimicotica.
  • uso interno: utile per prevenire le infezioni, depurare l’organismo dalle tossine e permette di assimilare meglio i nutrienti di alcuni cibi. In più facilita la digestione e risolve problemi dell’apparato digerente come la dissenteria, l’indigestione ed il reflusso gastroesofageo.
  • risciacqui: le sue proprietà antisettiche possono aiutare a trovare sollievo in caso di gengiviti ed altri problemi del cavo orale, in caso di mal di gola e per calmare la tosse grassa ed ammorbidire quella secca. Utilizzata quotidianamente poi previene i disturbi appena elencati.

Miscelata poi ad altri oli, come ad esempio l’olio di limone e l’incenso, è ottima per rinforzare unghie fragili con tendenza a spezzarsi e sfaldarsi.

Per acquistare gli oli menzionati nell’articolo cliccare qui


Related Posts

LISA’S CORNER – COMBATTERE L’EMICRANIA

LISA’S CORNER – COMBATTERE L’EMICRANIA

Per chi pensava che fossi sparita, eccomi invece di nuovo qui a parlare di un’altra esperienza vissuta e che sto continuando a portare avanti di cui voglio parlare perché spero, magari, che possa essere di aiuto a qualcuno. Ho una diagnosi di emicrania cronica. Ho […]

5 MOTIVI PER UNIRE OLI E RIFLESSOLOGIA PLANTARE

5 MOTIVI PER UNIRE OLI E RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La riflessologia plantare è una disciplina molto antica che negli ultimi anni si è diffusa anche in Occidente viste le sue indubbie proprietà. I principi su cui si basa sono semplici, ad ogni punto del piede, di riflesso, corrisponde una parte specifica del corpo che […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *