LISA’S CORNER – 20 GIORNI DI VERAGE

LISA’S CORNER – 20 GIORNI DI VERAGE

Hanno ragione quando dicono che gennaio non duri 31 giorni ma almeno il doppio!
E se in effetti ripenso a quando ho fatto il mio primo ed attualmente unico live su Facebook relativo allo spacchettamento (o unboxing come dicono i guru del settore) del Kit Verage, mi sembra passata una vita, e toccandomi la faccia in questo preciso istante, ne sarei addirittura persuasa, se non fosse che il calendario ci dice che oggi è il 28 gennaio e sto conducendo la mia beauty routine da 20 giorni esatti. Oggi sono qui per raccontarvi impressioni, risultati e riscontri.

I primi giorni mi sono attenuta alle indicazioni precise, quelle, per capirsi, che ho fornito nel precedente articolo in cui spiegavo l’utilizzo dei quattro prodotti (lo trovate qui).
Sono partita perciò dalla detersione, usando il Verage Cleanser.
Al primo utilizzo sono stata un po’ incauta, premendo sul dosatore due volte e applicando poi il prodotto sulla pelle bagnata del viso. Il prodotto non fa schiuma ma quasi una leggera crema soffice, quasi una spuma molto morbida e facile da applicare, delicatamente profumata con un sentore agrumato che deriva dalla natura degli oli in esso contenuti. Essendo pigra non l’ho lasciata agire molto e dopo pochi minuti, usando un panno in microfibra bagnato con acqua tiepida ho tolto il prodotto dal viso. Ho asciugato con un telo di spugna e ho aspettato un po’ per sentire l’effetto “puro” del detergente. Ho esagerato, come accennavo prima, con la dose. Ne basta anche meno di una corsa intera dello stantuffo dosatore per ottenere un ottimo effetto, infatti nel mio primo approccio sentivo la pelle tirare un po’, avendo io tra l’altro una pelle mista molto secca in alcuni punti (ad esempio sulle guance). Colpa mia, ho esagerato.

Già dall’utilizzo successivo mi sono regolata meglio, utilizzando una quantità di prodotto inferiore. Ho trovato la dose perfetta al terzo utilizzo, dopo essere riuscita ad usare il dosatore in modo corretto. Con una quantità di gel pari circa ad uno smarties (si vede che ho figli piccoli, vero?) si riesce ad ottenere un risultato ottimale. Pelle pulita, senza residui di trucco o impurità, e già morbida al tatto dopo la sola applicazione del Cleanser.

Sono passata poi al Verage Toner. Il flacone ha un dosatore spray. In questo caso sono stata un po’ più brava (o fortunata!) e ho trovato subito il modo migliore per applicarlo sul viso. C’è da dire che usare un tonico in questo formato è anche piuttosto facile. Basta una spruzzata a circa 25-30 cm dal viso per coprire praticamente tutta l’area del volto, e una da applicare sul collo. Eseguita questa semplice operazione, io massaggio il prodotto con le mani. Una mia cara amica che usa questo kit da tempo dice che se fosse per lei si fermerebbe qui perché la grana della pelle, una volta che il Toner si è asciugato, è già levigata e liscia da non far sentire l’esigenza di applicare anche una lozione idratante.

Essendo io in fase di test, soprattutto nei primi giorni, ho però proseguito con la routine classica passando così all’applicazione del siero. Ecco, questa è allo stesso tempo la nota dolente e la parte migliore dell’intero trattamento, a mio modesto parere.
Per dirla un po’ in modo spicciolo, il siero è una bomba.
Ha un profumo paradisiaco, naturale, fresco, da trattamento in SPA.
Una texture leggera, setola, non unta, che si stende facilmente e si asciuga con rapidità.
L’effetto idratazione è impressionante. Ripeto, io ho la zona delle guance, quella ai lati del naso e parte della fronte veramente secca anche perché ho trascurato la mia pelle per un bel po’. Dalla prima applicazione ho notato immediatamente l’effetto tensore e soprattutto idratante. Pelle morbida, anche rimpolpata, oserei dire.
Qual è il difetto? Il dosatore. Se per il Cleanser sono riuscita a trovare “la quadra” e dosare nel modo corretto la quantità di prodotto, con il siero fatico molto perché tende sempre ad uscirne un po’ troppo. Poi, alzo le mani, magari è troppo per me e per qualcuno che ha esigenze differenti, la quantità erogata con una singola pressione del dosatore è perfetta. Per me è un po’ troppo.

Per terminare tutto il trattamento, arriva il momento di applicazione del Verage Moisturize, la lozione idratante. Ecco, questo è il mio prodotto preferito perché ha una profumazione delicata, una texture leggerissima, non unta ma allo stesso tempo profondamente idratante e persistente. Anche in questo caso ne basta davvero poca e si dosa perfettamente.
Dopo qualche giorno ho però realizzato che per la mia tipologia di pelle, sommare l’applicazione del siero e della lozione è eccessivo. Ho quindi fatto un primo esperimento usando il siero al mattino, soprattutto se poi dovevo uscire ed affrontare le (poche) giornate davvero fredde di questo mese, ed usare la crema più leggera per la notte. Dopo qualche giorno ho provato ad invertire le applicazioni, usando quindi la crema al mattino ed il siero prima di andare a dormire, sempre, ovviamente, dopo la detersione e l’applicazione del tonico.
Questa soluzione si è rivelata la migliore in assoluto per me. Il siero durante la notte agisce profondamente e al mattino la pelle è idratata, non unta, e molto morbida. La lozione idratante funge da ottima base per il trucco e mantiene l’idratazione per quasi tutta la giornata, anch’essa senza dare un aspetto lucido ed untuoso al viso.

Il mio voto finale quindi è un 9 pieno, legato soprattutto all’elevatissima qualità dei prodotti ed alla loro praticità di utilizzo. Da pigrona cronica pensavo avrei faticato di più ad applicarmi quotidianamente all’uso di questi 4 ormai preziosissimi alleati, invece una volta preso il via, dedicarmi alla beauty routine è diventato piacevole e rilassante.

Non posso che consigliare fortemente tutto il kit nel suo complesso, ma se fossi costretta a stilare una classifica, beh, eccola qui:
1. Verage Moisturize
2. Verage Immortelle Hydrating Serum
3. Verage Cleanser
4. Verage Toner

Spero di aver soddisfatto la vostra curiosità. Ovviamente se avete domande, richieste, dubbi, sono sempre a vostra disposizione!

Lisa

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *