Come dormire meglio: 9 aiuti dagli oli essenziali

Come dormire meglio: 9 aiuti dagli oli essenziali

Una statistica recente ha evidenziato che circa 10 milioni di italiani soffrono di insonnia o comunque di disturbi del sonno.
Io per prima, fino a che non sono diventata mamma e il mio corpo ha capito che gli conveniva riposare ogni minuto disponibile per non soccombere al peso della maternità, prima avevo molte difficoltà a dormire.

Ci sono comunque molti modi per cercare di arginare o addirittura risolvere il problema.
Gli oli essenziali sono uno di questi modi.
Vediamo ora quali sono i più indicati e come usarli per goderci, finalmente, un sonno ristoratore.

Il mio preferito in assoluto, anche perché l’ho usato fin da subito anche con i bambini, è la lavanda.
La sue proprietà calmanti sono riconosciute sin dalla notte dei tempi, sia che venga utilizzata a livello aromatico che topico.
Io la uso così: qualche goccia nel diffusore così aiuta anche a tenere lontani gli insetti, alcune gocce sul cuscino, anche per mia figlia, mentre per il piccolo faccio cadere qualche goccia direttamente sul lenzuolo visto che ancora dorme nel lettino con le sponde e si rotola svariate volte. Ai bimbi inoltre la applico, sempre diluita in olio vettore, sotto le piante dei piedi, accompagnando l’applicazione ad un bel massaggio rilassante.

Al secondo posto nella mia personale classifica degli oli per la notte è salito prepotentemente il bergamotto.
Erroneamente avevo sempre associato gli agrumi a qualcosa di energizzante, di rivitalizzante. Il bergamotto invece possiede delle proprietà estremamente rilassanti, e può essere usato sia a livello aromatico che topico, come la lavanda.
Lo uso soprattutto in diffusione, anche perché ha un aroma inteso che regala istantaneamente una sensazione di benessere che ovviamente permette di entrare velocemente in uno stato di relax, facilitando così il passaggio al sonno in poco tempo e senza rigirarsi nel letto.

Anche il vetiver garantisce gli stessi risultati. Diffuso, applicato sotto la pianta dei piedi o anche dietro la nuca favorisce il rilassamento muscolare e mentale. Non può mancare in diffusione nemmeno nella stanza dei bambini, soprattutto se sono in fase di dentizione e hanno il sonno particolarmente agitato.

Altri oli singoli utili per una buonanotte sono la salvia, la camomilla, l’abete siberiano.

DoTerra inoltre, come ormai sapete se ci seguite, ha creato anche delle miscele che si prestano allo scopo di garantirci un sonno ristoratore.

La mia preferita è assolutamente la miscela Serenity. Basta leggerne la composizione per capire quanto sia speciale: lavanda, camomilla, ylang ylang, legno di sandalo, vaniglia e maggiorana.
I toni talcati mettono subito a proprio agio. C’è stato un periodo in cui il piccolo di casa aveva ricominciato, dopo un periodo di tregua, a svegliarsi spesso durante la notte e faticare soprattutto a riaddormentarsi. Serenity mi ha aiutata molto a ristabilire l’equilibrio delle notti. Alcune gocce sul materasso, un paio in diffusione mescolate all’incenso che ne potenzia l’effetto, e finalmente i risvegli sono tornati ad essere un brutto ricordo.

Segue a ruota Balance, altrimenti detta miscela equilibrante. Per sfruttarne al massimo le potenzialità consiglio di utilizzarla non solo alla sera, ma anche durante il giorno per ridurre i livelli di stress ed ansia che incidono poi in maniera importante sulla routine dell’addormentamento. Io di solito ne verso due gocce sul palmo della mano ed inspiro profondamente, una volta al mattino dopo la colazione, una a metà pomeriggio e a volte anche alla sera prima di andare a dormire.

Tutti questi consigli sono perfetti per aiutare a migliorare la qualità del sonno, oltre che la sua durata, se la causa del suo disturbo è di natura ansiosa, o legata allo stress, ad eccessivi stimoli accumulati durante il giorno, cambiamenti nelle abitudini.
Ma se il problema del sonno invece è legato, ad esempio a congestione nasale, tosse o disturbi da raffreddamento, niente è più indicato della potentissima miscela respiratoria Air. Il suo effetto balsamico e decongestionante aiuta a respirare meglio, a sedare gli attacchi di tosse, e quindi di conseguenza aiuta a riposare!

Per saperne di più ed acquistare gli oli e le miscele citate nell’articolo clicca qui


Related Posts

LISA’S CORNER – PROVIAMO IL MITO2MAX

LISA’S CORNER – PROVIAMO IL MITO2MAX

BUON LUNEDÌ! Inauguriamo oggi, in questa giornata un po’ uggiosa, una “rubrica” che verrà gestita da me. Mi presento: sono Lisa, 37 anni ancora per poco, mamma di due pesti di quasi tre e quasi un anno, redattrice degli articoli del sito essenzearomatiche.com e di […]

5 MOTIVI PER UNIRE OLI E RIFLESSOLOGIA PLANTARE

5 MOTIVI PER UNIRE OLI E RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La riflessologia plantare è una disciplina molto antica che negli ultimi anni si è diffusa anche in Occidente viste le sue indubbie proprietà. I principi su cui si basa sono semplici, ad ogni punto del piede, di riflesso, corrisponde una parte specifica del corpo che […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *