5 ERRORI DA EVITARE CON GLI OLI ESSENZIALI

5 ERRORI DA EVITARE CON GLI OLI ESSENZIALI

Utilizzando gli oli essenziali può capitare di incappare in errori piuttosto comuni che rischiano di metterne a repentaglio integrità e di conseguenza i benefici che possono apportare se usati nel modo corretto.

Vediamo quali sono gli errori più comuni che si commettono utilizzando gli oli e cosa possiamo fare per evitarli.

 

  • DILUIRE NEL MODO SBAGLIATO. Sebbene gli oli si possano versare direttamente in acqua, sia per un uso topico (ad esempio il bagno) che per uso interno (ad esempio acque aromatizzate), diluirli in acqua è un errore , in quanto come succede con qualsiasi sostanza oleosa, questa in acqua galleggerà, non è possibile che si mescolino. La diluizione corretta, che non diminuisce assolutamente l’effetto dell’olio, deve avvenire tramite un olio vettore quale, ad esempio, olio di cocco frazionato, olio di mandorle, olio di jojoba, o semplice olio di oliva (soprattutto per l’uso interno). Questo tipo di diluizione inoltre permette di applicare l’olio in modo uniforme anche su zone ampie del corpo.
  • USARE UN DIFFUSORE CHE SCALDA. Contrariamente a quanto spesso si vede in giro, i diffusori di oli che apportano del calore all’olio stesso sono praticamente inutili. Una volta scaldato, l’olio perde le sue proprietà curative e terapeutiche, mantenendo solo il profumo. Per questo in molti hanno la tendenza a considerare gli oli come dei banali profumatori di ambienti, ma non è affatto così. Usare quindi diffusori come quelli ad esempio in terracotta con il lumino all’interno è un errore. Il modo migliore per diffondere gli oli essenziali è tramite l’utilizzo di un diffusore ad ultrasuoni che nebulizza l’acqua contenuta al suo interno frammentando in particelle minuscole che poi appunto si diffondono nell’aria.
  • ESPORSI AL SOLE DOPO L’USO DI OLI CITRICI. Gli oli a base di agrumi sono ricchi di vitamina C, vitamina importante per l’organismo e per la nostra pelle. Aggiungere qualche goccia di olio, ad esempio, di arancia dolce alla crema da giorno aiuta a rigenerare l’epidermide, a donare luminosità e ad esfoliare, eliminando le cellule morte. Bisogna però fare molta attenzione, e non commettere l’errore esporsi al sole dopo l’applicazione di oli citrici per evitare la comparsa di macchie e di piccole ustioni. 
  • CONSERVARE IN MODO NON ADEGUATO. Come per i farmaci, i cosmetici, gli alimenti, anche gli oli essenziali necessitano di accortezze per una conservazione corretta che non ne alteri la composizione.  L’errore da evitare è quello di utilizzare boccette in plastica, flaconi trasparenti, tenere gli oli a contatto con fonti di calore e fonti luminose. Le cose da ricordare sono poche: boccette scure, preferibilmente in vetro (soprattutto se si tratta di oli citrici), da conservare in un luogo fresco e lontano dalla luce diretta del sole. In questo modo gli oli si conserveranno in modo perfetto e manterranno integre tutte le loro proprietà.
  • ANDARE AL RISPARMIO. In commercio si trovano moltissimi tipi di oli essenziali. A volte le etichette non sono chiarissime, e le indicazioni riportate possono trarre in inganno. La qualità di un olio è importante, è bene accertarsi di come sia composto, verificare che sia puro al 100%, che non vi siano solventi o diluenti di origine artificiale al suo interno, ed è importante la provenienza della materia prima. (È ovvio che il miglior olio essenziale di limone è quello estratto dai limoni di Sicilia). Il prezzo è un indicatore di tutto questo; se vogliamo un prodotto di qualità e di grado terapeutico non possiamo permetterci di spendere poco, con le dovute proporzioni tra i vari oli.

Utilizzo e consiglio gli oli doTerra perché sono gli unici certificati CPTG, cioè che non contengono solventi, additivi,  edulcoranti, garantendone purezza ed alto grado terapeutico.
Inoltre doTerra dà la possibilità di verificare sul sito www.sourcetoyou.com tutti i risultati dei test che sono stati effettuati su ogni prodotto. (Chi altro lo fa?)

Se volete acquistare gli oli doTerra, trovate tutte le indicazioni qui

 


Related Posts

LISA’S CORNER – COMBATTERE L’EMICRANIA

LISA’S CORNER – COMBATTERE L’EMICRANIA

Per chi pensava che fossi sparita, eccomi invece di nuovo qui a parlare di un’altra esperienza vissuta e che sto continuando a portare avanti di cui voglio parlare perché spero, magari, che possa essere di aiuto a qualcuno. Ho una diagnosi di emicrania cronica. Ho […]

LISA’S CORNER – PROVIAMO IL MITO2MAX

LISA’S CORNER – PROVIAMO IL MITO2MAX

BUON LUNEDÌ! Inauguriamo oggi, in questa giornata un po’ uggiosa, una “rubrica” che verrà gestita da me. Mi presento: sono Lisa, 37 anni ancora per poco, mamma di due pesti di quasi tre e quasi un anno, redattrice degli articoli del sito essenzearomatiche.com e di […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *